Come tagliare SIM in MicroSIM

Come tagliare SIM in MicroSIMVi siete accorti che la vostra SIM tradizionale non è compatibile con il nuovo smartphone appena acquistato? Non è necessario richedere assistenza: potete tagliarla voi stessi!

Pianificazione e occorrente

Attenzione: l’operazione è molto rischiosa e il minimo errore può danneggiare irrimediabilmente la SIM ma con un po’ di attenzione e concentrazione riuscirete nell’operazione. Presi i dovuti rischi e responsabilità da parte vostra, iniziamo.

Procuratevi questi strumenti di lavoro: stampante, foglio A4, forbici, nastro biadesivo, pennarello indelebile, righelloe limetta o carta abrasiva. Successivamente, andate sul sito di Gonk e scaricate il modello di MicroSIM, creato da Christian von der Ropp. Questo file vi servirà come base principale per compiere il lavoro senza alcuna sbavatura, prestando particolare cura ai minimi particolari (fondamentale in questa procedura molto delicata). Attenzione, tale passaggio è importantissimo: dopo aver scaricato il modello in formato .PDF, salvatelo e apritelo per procedere alla sua stampa (con zoom al 100%). Rispettate questi numeri perché se stampate un’immagine di dimensioni errate avrete una base sbagliata e quindi la MicroSIM non sarebbeCome tagliare SIM in MicroSIM tale, con il conseguente fallimento di tutto il vostro lavoro!

Come trasformare una SIM in MicroSIM

Adesso arriva la parte pratica vera e propria di tutta l’operazione. Procedete in questa maniera: posizionate il modello di MicroSIM che avete appena stampato nel riquadro sotto la scritta MiniSIM (2FF) to MicroSIM (3FF) e fissatelo al foglio con del nastro biadesivo. Prendete un pennarello indelebile e calcate i bordi della SIM per formare le linee guida che utilizzerete per ritagliarla successivamente (servitevi di un righello per una maggiore precisione). Staccate quindi la SIM dalla carta e ritagliatela con delle forbici prestando ovviamente molta attenzione e cercando di essere il più precisi possibili: non toccate minimamente il chip della SIM perché si potrebbe danneggiare senza nessuna via di uscita e potrete solamente gettare la scheda! Non appena avrete completato tale operazione inserite la scheda del vano SIM del vostro smartphone: se tutto è andato secondo i piani la MicroSIM che avete appena creato verrà riconosciuta senza problemi dallo smartphone e potrete sfruttarla per navigare in Internet via 3G o 4G-LTE e telefonare. In caso contrario, purtroppo, avrete sbagliato qualcosa nella procedura manuale: recatevi in un negozio autorizzato e richiedete la MicroSIM a fronte di un costo dai 5 ai 10 euro.

Ti è piaciuta la Guida, lascia un commento