Come impostare Google

Come impostare GoogleForse non tutti sanno che si possono impostare importanti funzioni dell’account Google per rendere più sicura la navigazione o aumentare la privacy. Vediamo come.

Accedere all’account

Dopo essersi collegati alla prima pagina di Google, si deve cliccare sull’omino azzurro in alto a destra, ed in seguito sul pulsante account personale (per velocizzare puoi cliccare qui): comparirà una pagina dalla quale si può accedere alle schede che permettono il controllo delle impostazioni sulla privacy e informazioni personali. La scheda di destra permette di impostare le preferenze, quella di sinistra dà accesso ai parametri sulla sicurezza, quella centrale riguarda la privacy.

Controllare la sicurezza dell’account

Accesso e sicurezza possono modificare la password di accesso, il numero telefonico e la mail che consentono l’eventuale recupero dei dati per entrare nell’account, in caso vengano dimenticati. Ma c’è anche un’interessante possibilità: quella di impostare l’accesso all’account in due fasi, così oltre alla password, viene inviato via sms, un codice alfanumerico ogni volta che ci si collega con un dispositivo nuovo. Altra funzionalità da sottolineare, che si trova scendendo nella pagina, è la possibilità di controllare i dispositivi nuovi che si sono connessi e quelli usati recentemente.Come impostare Google

Gestire la privacy

Per accedere, reimpostare le scelte riguardanti le informazioni personali e la privacy, si clicca sulla scheda centrale. Qui, oltre a modificare i dati telefonici e l’indirizzo mail collegati all’account, si può autorizzare o no Google a memorizzare le ricerche che vengono effettuate oppure le coordinate che indicano la posizione da cui si accede usando uno smartphone con gps. Questo perché accedendo agli account di Google, alcune funzioni sono impostate in modo da trasmettere dati sulle nostre navigazioni. Tali dati sono utilizzati per mostrarci banner pubblicitari che rispettano i nostri interessi. Sono proprio queste di cui abbiamo parlato che debbono essere deselezionate in caso si desideri una maggior garanzia di privacy quando si è on line. Interessante in questa sezione, la possibilità di scegliere un utente che possa connettersi all’account nel caso risulti inattivo, cioè nel caso l’utente non vi acceda da tempo.
Nelle impostazioni di ricerca si può attivare il filtro Safe Search, che può impedire di visualizzare immagini inadeguate per i minori. Google avvisa che il filtro non è preciso, ma comunque utile.

Scegliere le preferenze

Nella scheda preferenze si può selezionare la lingua e scegliere la tecnologia screen reader, che permette la lettura di alcune pagine in caso di accesso da parte di persone non vedenti. Infatti Google ė compatibile con alcuni dei supporti utilizzati, sia su Windows, sia su Mac, da utenti con disabilità visive.

Ti è piaciuta la Guida, lascia un commento