Come fare un’email

Come fare un’email Hai bisogno di aprire una casella di posta elettronica per motivi di lavoro o per restare in contatto con amici o parenti lontani? Se la risposta è “sì”, allora leggi questa semplicissima guida!

Gmail

Creare una mail utilizzando il servizio offerto da Google è facilissimo: basta collegarsi alla pagina principale del motore di ricerca e cliccare sulla voce “Gmail” in alto a destra; a questo punto si aprirà una pagina di presentazione e, sempre in alto a destra, troveremo le voci “Accedi” e “Registrati”. Ovviamente a noi interessa quest’ultima voce: clicchiamo e si aprirà una schermata con una serie di campi da compilare, dopodiché non dovremo far altro che selezionare “Passaggio successivo” in basso a destra. L’ultimo passaggio rimasto è accettare il contratto, e finalmente potremo cominciare ad usare il nostro account Gmail!

Outlook.com

Una delle migliori alternative a Gmail è sicuramente Outlook.com di Microsoft, che proprio come il servizio Google ci consente di fruire di uno spazio di 15GB di archiviazione per messaggi ed allegati. Per cominciare, andiamo sul sito e scegliamo “Iscriviti ora” in basso a destra: anche qui, come nel caso precedente, non dovremo far altro che compilare tutti i campi obbligatori, accettare le condizioni del servizio, cliccare su “Crea account” e cominciare ad usare la nostra nuova mail!Come fare un’emailVirgilio Mail

Un altro sito che offre la possibilità di creare una propria casella di posta elettronica è Virgilio Mail, un fornitore di servizi made in Italy. Per aprire il nostro indirizzo non dobbiamo far altro che cliccare sulla voce “Registrati” sulla pagina principale e compilare la solita sfilza di campi obbligatori.Come fare un’emailDopo aver accettato le condizioni per il servizio, inseriamo i caratteri che vediamo nell’immagine in basso a sinistra nell’apposito spazio e possiamo cominciare ad utilizzare il nostro nuovo account!

 

Mail Temporanee

Un’altra possibilità offerta da alcuni fornitori di servizi è quella di usare mail temporanee che restano attive cioè per una decina di minuti o poco più: in questo modo l’utente può evitare di fornire i propri dati sensibili quando deve iscriversi ad un sito internet o deve comunicare con qualcuno di poco affidabile. I migliori siti per una soluzione del genere sono tempmail.com, Airmail e Dropmail.

Ti è piaciuta la Guida, lascia un commento